by

Col caldo arrivano le zanzare: ecco come scegliere la protezione migliore

Con il ritorno, ogni anno, della bella stagione, ecco che le città inevitabilmente si riempiono di zanzare, e che comincia la corsa all’acquisto e all’installazione delle zanzariere: Milano, Roma, Napoli, regione e dimensione hanno poca importanza di fronte all’invasione a tutto campo di questi piccoli e sgradevolissimi insetti, che oltre ad essere sgradevoli con il loro ronzio sono anche responsabili di punture che non solo danno un fastidioso prurito, ma posson in alcuni casi essere anche causa di malattie ben più serie. Per fortuna, proteggersi non è, come dicevamo, particolarmente difficile, e la semplice zanzariera rimane un’ottima barriera; ma come scegliere la migliore? Ecco qualche idea utile.

1. Forma e dimensioni: Soprattutto per le zanzariere da appendere sopra il letto, è importante sceglierne di particolarmente ampie e comode, per non sostituire durante il sonno il fastidio delle zanzare con l’ansia del sentirsi costretti. Per offrire la massima protezione, è consigliabile optare per un modello a maglia molto stretta, intorno al millimetro.

2. Materiale: le zanzariere sono essenzialmente di due materiali, poliestere o cotone. Le seconde, nel parere di molti, offrono un riposo di miglior qualità, perché più morbide, ma le prime son decisamente più resistenti, impermeabili, e leggere – vantaggi notevoli, specie per chi le usa in campeggio.

3. Impiego: a seconda della situazione in cui installarle, le zanzariere esistono in diverse fogge e modelli, ciascuno con le sue particolarità. Ve ne sono di specifiche per il campeggio, per coprire il corpo intero o soltanto il volto; altre fatte per gli interni, come quelle che si installano su porte e finestre; modelli per la camera da letto, solitamente appese sopra il materasso e lasciate cadere fino a terra; e infine quelle costruite come accessori per altri oggetti, come quelle da amaca o da passeggino per bimbi.