by

Iniziative solidali: anche i privati si danno da fare

bambina

Vuoi aiutare chi ha bisogno? Vuoi cercare di supportare chi si trova in un momento di difficoltà o che comunque sta affrontando imprese che metterebbero in ginocchio ogni famiglia? Oggi, anche da privato e con pochi capitali, puoi partecipare a iniziative solidali su tutto il territorio nazionale, che ti permettono di andare a contribuire a progetti che hanno come pregio assoluto quello di riuscire a convogliare migliaia di persone verso lo stesso obiettivo, trasformando ogni piccola donazione nella goccia di un mare enorme di solidarietà.

Non solo denaro: si può contribuire anche fattivamente con l’organizzazione di eventi, con la preparazione di alimenti, con l’offerta dei propri servizi professionali a chi ne ha bisogno.

Come partecipare

Oggi non bisogna più organizzarsi a livello privato. Ci si può infatti accodare alle iniziative di grandi fondazioni private, finalmente arrivate anche nel nostro paese, che riescono ad offrire framework semplici e immediati per convogliare la solidarietà verso determinati obiettivi.

Si tratta di un grandissimo vantaggio, dato che da un lato si può facilmente scegliere di partecipare alle iniziative che davvero ci interessano, dall’altro essere sicuri che i capitali, per piccoli che siano, finiscano effettivamente verso gli obiettivi designati.

Dai picnic ai passaggi: il multiforme mondo della solidarietà di oggi

Siamo lontani – finalmente – da quel momento storico durante il quale la beneficenza doveva necessariamente espletarsi con il versamento di denaro. Oggi c’è molto di più da fare:

  1. Picnic e cene per raccogliere capitali: ci si trova insieme, con altre persone interessate agli stessi obiettivi ai quali siamo interessati noi e si raccolgono capitali tramite una quota di partecipazione. Un ottimo modo di stare insieme a chi ha a cuore le nostre stesse cause e di contribuire fattivamente all’aiuto dei più bisognosi;
  2. Servizi professionali: dai tassisti che offrono passaggi gratuiti a chi ne ha bisogno, a chi mette a disposizione i propri prodotti per la vendita, andando a destinare una parte del prezzo di vendita al sostegno di cause particolari;
  3. Sport non competitivo: per chi ama lo sport, oggi c’è la possibilità di partecipare a iniziative come maratone non competitive, camminate e altre giornate sportive, che hanno sempre come obiettivo quello di raccogliere capitali.

Ci sono moltissime altre iniziative solidali per un Paese, l’Italia, che quando c’è da sostenere cause importanti si è raramente tirato indietro.

Lo stato della beneficenza in Italia

La beneficenza in Italia è forte e continua ad interessare un pubblico sempre più vasto. Secondo recenti ricerche oltre l’80% degli italiani connessi a internet ha effettuato almeno una donazione, senza tenere conto poi di tutte quelle iniziative che hanno luogo al di fuori della rete.

Le occasioni di fare del bene si moltiplicano, riuscendo a coinvolgere anche chi era sempre rimasto, per un motivo o per l’altro, lontano da questo tipo di iniziative.

Chi vuole dare da farsi di più, non limitando la propria attività al versamento di denaro, oggi ha a disposizione un mondo di iniziative solidali alle quali partecipare.