by

Punizione per Facebook in arrivo

Molti sono rimasti del tutto insoddisfatti dalla notizia che la punizione per i misfatti della privacy di Facebook, almeno dagli Stati Uniti, sarebbe stata fissata a 5 miliardi di dollari, una cifra che l'azienda può ben permettersi e per la quale era già in gran parte contabilizzata.

La questione della criptovaluta

Le ambizioni di Facebook di lanciare una criptovaluta rappresentano il più grande progetto che la società abbia intrapreso da quando è stata concepita la stanza del dormitorio di Facebook. Oltre due audizioni del Congresso di questa settimana, David Marcus di Facebook ha ripetuto i potenziali benefici: trasferimento di denaro più semplice in tutto il mondo e la possibilità di raggiungere più di un miliardo di persone "senza". Le società quindi che hanno deciso di crescere usando una installazione magento e una pagina Facebook, non sanno se buttarsi o meno nel business attraverso i social.

Ma tale è l'animosità nei confronti di Facebook a Washington DC oggi, l'azienda potrebbe non essere autorizzata a lanciarla affatto. Sarebbe un duro colpo per il desiderio della società – e per la sua necessità – di diversificare il modo in cui guadagna, in un momento in cui la relativa libertà di raccogliere dati personali con l'intento di vendere pubblicità è minacciata.

Non c’è posto per nuove aziende nel settore finanziario

Un progetto di legge dal titolo "Mantieni la finanza straordinaria", cerca di vietare qualsiasi azienda tecnologica con entrate annue superiori a 25 miliardi di dollari (20 miliardi di sterline) dall'entrare nel settore finanziario. Realisticamente, è una misura troppo ampia per passare, ma attira l'attenzione su una determinazione qui per non lasciare che le prossime mosse di Facebook vengano deselezionate.

E questa è una sensazione che va oltre gli Stati Uniti. Proprio mentre si svolgevano le udienze a Washington, i ministri delle finanze dei paesi del G7 si riunivano a Chantilly, vicino a Parigi.

Il ministro delle finanze italiano ha detto ai giornalisti che si sarebbe mosso per tenere sotto controllo Facebook, vedendo le ambizioni di Facebook in questo spazio come una mossa per "controllare cosa sta succedendo". Il suo equivalente francese, Bruno Le Maire, era ugualmente preoccupato.

La moneta digitale di Facebook Bilancia sarà buona per l'Africa?

"Non possiamo accettare una nuova valuta con lo stesso tipo di potere, senza lo stesso tipo di regole, senza lo stesso tipo di impegni e senza lo stesso tipo di obblighi".

Come i legislatori statunitensi, è preoccupato per l'uso della Bilancia per finanziare il terrorismo, acquistare beni illegali o riciclare denaro. Non è un'iperbole: molte criptovalute, in particolare Bitcoin, sono state utilizzate per tali scopi.

L'onorevole Le Maire ha dichiarato: "

Facebook ritiene che sarà in grado di costruire protezioni sufficienti per affrontare la preoccupazione. Per cominciare, chi usa il portafoglio di Facebook – Calibra – per scambiare la valuta della Bilancia, deve caricare un documento di identità governativo, rimuovendo l'anonimato offerto da altre valute digitali.

 

Più in generale, ha affermato David Marcus, la valuta della Bilancia alla fine non sarà completamente controllata da Facebook: è una delle decine di aziende e gruppi che hanno voce in capitolo su come verrà creata, gestita e garantita la Bilancia. Quindi in previsione di una installazione prestashop e di un esordio aziendale, meglio ponderare la situazione.